Cosa sta succedendo fra Italia e Austria? 1


di Ettore Ferrini

A meno che tu non sia un eschimese, al mondo c’è sempre qualcuno più a nord di te. Lo sta insegnando l’Austria al nostro governo, sovranista quando gli fa comodo, in merito ai cittadini sudtirolesi.




Il governo di Vienna avrebbe infatti preparato una bozza di legge che afferma: “tutti i cittadini italiani residenti in Alto Adige di madrelingua tedesca e ladina hanno i requisiti per ricevere la cittadinanza austriaca“. In sostanza questi soggetti si ritroverebbero con un doppio passaporto, ma curiosamente ai federalisti, indipendentisti, perfino ex-secessionisti che ci governano la faccenda desta una certa inquietudine e lo hanno definito “atto inopportuno e ostile” chiedendo ufficialmente chiarimenti alle autorità austriache. Insomma, siamo all’incidente diplomatico con l’Austria, e tutto questo per ridicole questioni fra nazionalisti che evidenziano, se ancora ce ne fosse bisogno, le loro contraddizioni interne; accade infatti la stessa cosa coi migranti, Salvini chiede che sia l’Europa nel suo insieme a farsene carico e il rifiuto arriva proprio dai governi e dai partiti che la pensano come lui, da Orban alla Le Pen. Paradossale, no? Eppure c’è gente (tanta, troppa) che ancora dà credito a questi tizi fermi a una visione del mondo napoleonica, con l’aggravante di sentirsi perfino moderni e progressisti. Immaginate il groviglio se un domani, questo passaporto potesse essere richiesto da chiunque sia discendente di residenti nell’ex impero austro-ungarico, del resto l’Italia di doppie cittadinanze ne ha concesse moltissime, soltanto in Argentina sono in 665.000 ad avere il doppio passaporto, ma adesso che è un’altra nazione a volerlo fare diventa un comportamento grave, quasi una sfida. C’è una soluzione semplice e logica a tutto questo? Certo che c’è, e si chiama Ius Soli, ma evidentemente il mondo è ancora troppo giovane e stupido per capirlo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Cosa sta succedendo fra Italia e Austria?

  • Armando Sabatini

    …ma infatti che se ne andassero con l’Austria, d’altronde non sono italiani! La mia nonna Maria li chiamava “italiani presi con il fucile” (traduzione dal dialetto valtellinese) …così le agevolazioni fiscali di regione a statuto speciale non le hanno più…ma anche le pensioni gliele paghino gli austriaci!!