Gabriele Moretti


Gabriele Moretti

moretti

Gabriele Moretti nasce nel 1981 e si ritrova improvvisamente nel 2013 per uno strano scherzo del continuum spazio temporale con abilità di musicista e vignettista (scarse entrambe) acquisite -gli hanno raccontato- presso l’Accademia della Musica di Firenze e l’Istituto d’Arte di Volterra, quando era bimbo. Decide perciò che vuole sfruttarle per fare i vaìni e, abbandonata l’idea di formare una Boy Band col Ferrini, opta per fare il co-direttore della rivista Gli Arroganzini. Nel lasso di tempo di cui non ricorda pressoché nulla (33 annetti), deve aver prodotto una quantità immensa di materiale satirico che gli riempie l’hard disk, materiale che via via vomita sulle pagine del giornalino e sulla sua pagina Facebook “Giemme” fingendo di averla prodotta ex-novo. Come musicista, invece, si preoccupa di turbare la quiete di desolati paesini arroccati sui monti e di infrangere le barriere del suono tramite un Carvin 200 Watt col Master Volume posizionato su 12. A spregio.
Nel 2011 ha partecipato alla stesura e al “montaggio” del libro di Ettore Ferrini “Non ho niente contro i preti, altrimenti l’avrei già spruzzato dappertutto” e, dato il successo di quest’ultimo, è stato co-autore del Ferrini anche per il sequel, scritto a quattro mani, “Il Sacro e il Propano”. Entrambi i libri sono editi da INK edizioni e il Moretti proprio non capisce perché ancora non ne abbiate 22 copie a testa. Razza di farabutti.