Quando lui mi spiegò che Gesù è un alieno


Di Alice Porta

Un tale che conoscevo anni fa credeva fortemente negli alieni. Non nel senso che “da qualche parte ci sarà pur qualche forma di intelligenza”, cosa che ci auguriamo tutti perché qui siamo piuttosto carenti. No. Lui affermava che gli alieni volevano il dominio sulla Terra e ci stavano già lavorando da parecchio tempo. Peccato, perché essendo stato un tipo belloccio e anche interessante avevo avuto una cotta segreta per lui e così quando mi si appropinquò mi dissi “quasi quasi” … poi se ne uscì con l’invasione degli ultracorpi. Vabbè. Ad ogni modo, con l’ultimo afflato di speranza che avevo nel cuore, pensai che dopotutto non è credere in una cazzata, per quando grande, a rendere infrequentabile una persona. Mi sbagliavo.
Mi prestai però alla lenzioncina sugli Ufo.

La storia per lui iniziava con la Bibbia. Ma dai? Che novità. In sostanza secondo lui la Bibbia e la storia antica unite insieme dimostrano l’esistenza degli alieni. Vi è infatti un errore di traduzione dall’ebraico e quindi la parola “Egli” riferita a Dio è sbagliata: “Elohim”, parola ebraica biblica che si riferisce alla divinità, è in realtà plurale. Essi. Cosa per altro condivisa da parecchi storici, quindi pensai che non tutto fosse perduto.
“Quindi semmai possiamo dire che la Bibbia è politeista.” Azzardai per logica.
“Eh no” mi disse lui, trattandomi come una povera ingenua “pensa ai personaggi che la animano che vivono centinaia di anni; oppure al controllo che hanno sul clima” (scie chimiche in arrivo su questi schermi, ndr) “ e poi pensa alla storia dell’uomo: prima pitturavamo sulle caverne e un secondo dopo costruivamo le piramidi. Strano, non ti pare?”
“Un secondo dopo” mi parve un filino riduttivo, che io sappia passarono parecchi annetti, però capii il punto: quegli accadimenti, veri o metaforici che fossero, dimostravano senza dubbio che una forma di intelligenza superiore era arrivata sul nostro pianeta e ci aveva fatto compiere il grande salto evolutivo. Questa teoria ruota intorno agli “annunaki” e ci sono tantissime persone che ci credono: “annunaki” è una parola sumera che vuol dire “dei (degli inferi)” ma secondo alcuni sarebbe un’altra prova di esseri superiori dall’aspetto mostruoso che sono arrivati da altre galassie per interferire con la nostra esistenza.
Insomma: da soli noi altri non abbiamo fatto un cazzo, siamo da sempre guidati dagli alieni il cui scopo è rendere migliore la Terra, visto che il loro pianeta (?) è morente e per farlo si insidiano tra di noi (rettiliani subito dopo la pubblicità, non cambiate canale, ndr).

Non solo. Gli alieni miravano a ben altro, della semplice invasione armata. Volevano la mescolanza genetica ai fini della sostituzione e per farlo usavano le donne. Ebbene sì: molte di noi hanno partorito figli alieni, che vengono cresciuti in appositi istituti, e non ce ne siamo rese conto. Avete per caso un vago ricordo di infanzia di una vostra visita al pronto soccorso o in guardia medica, di cui i vostri genitori ricordano poco o niente? Io sì e per lui quella era la prova che ero stata prelevata dagli alieni e mi era stato impiantato un chip. Poteva anche farmi vedere dove lo avevo infilato (che premuroso). Da quel momento mi avevano controllato e mi avevano lentamente preparata per diventare ospite di un baby-alien. Come? Durante il sonno. Quelle notti dove dormi ma male, fai sogni turbolenti e ti svegli più stanca di prima, sono le notti in cui compi viaggi extracorporei: in sostanza ti libri dal tuo letto, aleggi sopra la città (nessuno ti vede per magico artifizio alieno) e vieni condotta nell’astronave dove ti fecondano. Qui non ho capito se si configuri anche uno stupro intergalattico oppure no, inoltre non conosco le leggi in materia di consenso che vigono oltre l’atmosfera. Questa cosa avviene da secoli: avete presente il quadro di Chagall dove c’è una coppia che vola sopra la città? Rappresenta il ratto di una vergine (nemmeno gli alieni ci voglio già usate) da parte di un extraterrestre. La gestazione aliena dura un mesetto circa, dove hai qualche dolore e ti salta un ciclo, poi vieni rapita un’altra volta e l’embrione viene espiantato per concludere la maturazione e venire alla luce altrove. Per fortuna che tutti questi viaggi li paga la Megaditta Ufo. Ecco perché si era interessato a me: aveva avuto il sentore che fossi una prescelta del terzo tipo.

Alla fine di questo delirio mi diede anche della roba da leggere: non solo i riferimenti bibliografici e storici ma anche prove fotografiche, dalle luci nel cielo agli occhi strani di alcuni personaggi famosi fino ad arrivare a foto di corpi da cui erano stati estratti i chip o dove si dimostrava la gravidanza avuta da una vergine: Leilì è stata solo la prima e quindi per estensione Cristo viene da un altro pienata e lo avrebbe ampiamente dimostrato. La serata si concluse con la mia faccia costernata, dopo che ebbi capito che non stava scherzando: non aveva impostato quella folle stand up comedy per trombare, no. Lui ci credeva davvero e mi aveva cercata (anche) per questo. La storia finisce che scompare, rispunta qualche anno dopo per dimostrarmi che i grillini hanno capito tutto di cosa succede davvero, lo ignoro, lui mi blocca e diventa leghista. Strano, eh?

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *