Benito Mussalvini


Perché Mussalvini? Perché ultimamente va di moda paragonare Salvini a Mussolini, tuttavia io non son per niente d’accordo.





Per esempio, avete letto del Vinci Salvini? Praticamente è un concorso grazie al quale se interagisci coi suoi post su Facebook puoi vincere una telefonata con lui o addirittura un incontro. Ora, ma voi ve lo immaginate il Vinci Mussolini? Più discorsi dal balcone vai a sentire, più saluti romani fai e più sali in classifica per vincere un caffè (rigorosamente d’orzo italico) in compagnia del Dvce. No via, sarebbe stato troppo ridicolo perfino per i fascisti. Senza contare che Mussolini voleva espanderla l’Italia, trasformando in italiani un monte d’africani, Salvini invece la vuole chiudere, e fino a qualche anno fa voleva addirittura spaccarla in due, coi bianchicci di sopra e gli abbronzati di sotto, tipo i Ringo.

A proposito di africani, l’altro giorno ha detto che dall’inizio di quest’anno in mare ne sono morti solo due e il bello è che la gente gli dà pure retta, e gli crederebbe anche se dicesse che son morti di congestione perché hanno fatto il bagno troppo presto. Ecco, vedete? Almeno ai tempi di Mussolini ti potevi regolare, se vedevi il simbolo dell’Istituto Luce sapevi che stavi ascoltando propaganda seria, ora invece Propaganda è un programma che fa ridere, anche se un po’ meno del governo.

Mussolini stava a Roma, a villa Torlonia, questo qui invece te lo ritrovi dappertutto, è fisso nelle piazze, fa più date lui dei Rolling Stones. Secondo alcuni studi recenti uscendo di casa è più probabile che incontri lui del mi’ babbo. Un altro problema serio del parallelo Salvini-Mussolini è che poi ti manca Matteotti. A chi lo fai fare? A Zingaretti? Seriamente; se esponi uno striscione su Salvini arriva la Digos ma se applaudi Zingaretti l’unica cosa che può arriva’ è l’ambulanza. Voglio dire; le opposizioni durante il fascismo non c’erano perché erano proibite, ora non ci sono perché son troppo impegnate a scannarsi fra di loro per decidere chi deve fare l’opposizione: un po’ come se uno stesse affogando e tre bagnini organizzassero una briscola per stabilire chi si deve tuffa’: nel frattempo quello è bell’e che morto e loro stanno ancora cercando il quarto.

Ma ci avete fatto caso, poi, che tira sempre fuori Maria? No, non quella che si fuma, magari, io dico quella della bibbia! Anche durante il comizio in piazza Duomo a Milano, prima delle Europee ha detto: “Affido l’Italia al cuore immacolato di Maria che son sicuro ci porterà alla vittoria”. Bisognerebbe che qualcuno gli spiegasse che quella Maria lì era un’immigrata palestinese che portava avanti una surrogazione di maternità, quindi tutto avrebbe votato meno che la Lega. A voler essere precisi anch’io ogni volta che sento ragiona’ Salvini finisco per nominare la Madonna ma per altre ragioni sulle quali mi pare inutile dilungarmi, infatti tornerei al paragone con Mussolini: il Duce trombava. Ma parecchio eh. A parte la Petacci, che fra l’altro aveva trent’anni meno di lui, ma anche Margherita Sarfatti e soprattutto la Dalser, con la quale ebbe perfino un figlio, il tutto mentre era sposato con Donna Rachele. Salvini è stato cinque anni con la Isoardi che l’ha fatto pure becco.

Non c’è proprio gara. Benito poi non sarà stato intelligente ma furbo lo era di sicuro, tanto per dirne una scappò in Svizzera per evitare il servizio militare, questo bischero invece lo vorrebbe rimettere obbligatorio. Altra furbata del Dvce era che si faceva le foto sulle motoaratrici mentre falciava il grano o col piccone in mano mentre scavava, intendiamoci, non è che lavorasse davvero, ma almeno faceva finta. Salvini si fa i selfie mentre mangia, coi soldi nostri. Ma si pòle? No via, come dittatore non ci siamo proprio.
Mussalvini è rimandato alle prossime elezioni.

© Ettore Ferrini, Il Vernacoliere Giugno 2019. Tutti i diritti riservati.


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail                                      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *